Registrati | Persa la password?
Mercoledì 20 ottobre 2021, S. Maria Bertilla Boscardin

alla ricerca dell'anima gemella

quartostato























1) Caro Cupido, ti confido che ho bisogno di un buon partito, finora ho solo avuto delusioni...
Ho cominciato con Vladimir che un bel giorno, mi ha detto cara da oggi mi chiamo Luxuria...
Dovevo immaginarmelo, provava sempre la mia biancheria intima, e le mie gonne se le portava a casa, tanto io non le mettevo mai! Volevamo tutti e due la stessa cosa, anzi coso, e proprio per questo ci siamo lasciati. Per dimenticare, e per trovare maschi veraci me ne sono andata allo stadio dove c'era Silvio di Arcore, io tutta curve Sud gridavo Forza Italia, ma solo perchè mica faccio il tifo per una squadra straniera! Da una parte all'altra dello stadio (cioè dalla tribuna d'onore alla gradinata) mi sorrise e disse Sì al referendum sulla mia robusta Costituzione! Il suo autista all'uscita mi fece accomodare nella Ferrari testa azzurra per portarmi in una delle sue ville, per aspettare la sua testa pelata. Ma non era quella giusta, poi in un'altra e in altre ancora, non c'incontravamo mai, e nemmeno potevo telefonargli per chiedergli qual'era quella giusta, perchè giocava ai soldatini con George W e non voleva essere disturbato. Per non fare casini con un essere del genere andai lo stesso per Casini, mangiando Mele proibite, con Follini che si metteva nell'Italia di mezzo, ma continuavo a fare sempre Castelli in aria, sognavo un matrimonio e mi sarei accontentata anche di un matrimonio celtico. Fu così che accettai anche d'uscire lungo il Po con l'Umberto che mi chiamava "La mia bella terrona" Terrona passi, ma sua proprio no, io sono mia e basta, e cacciai la testa in un piatto di tortellini: Fini, come dire, dalle camicie verdi alle camicie nere o giù di lì, ma sempre camicie da stirare! Cercavo dei valori, anche bollati di un tabaccaio, qualcuno mi chiese la parola e non potei fare a meno di rispondere: Dì, Pietro! E lui cominciò: "Che c'azzecca?" vedendo il Clemente di Ceppaloni al suo posto.
Sfogliando una Margherita appassita col belloccio mi ritrovai in una selva oscura d'Ulivo chè la dritta via dell'Unione era smarrita, con la pace dei sensi ma non la pace nel mondo e senza neanche più il portafoglio perchè con l'indulto grazie al Clemente tutti i delinquenti erano a piede libero e a mani sporche che poi non so le mani pulite se ci sono mai state, a pugni chiusi sì, oppure con le rose, ma pulite mah! E l'Alfonso, mi dirai? Quello è uno che ti porta alle spiagge libere e a prendere il sole, e infatti ho pensato di fermarlo mentre girava da una discarica all'altra e gli ho detto "Brucio per te!", ma lui incazzatissimo ha dato l'ordine di arrestarmi con l'accusa di piromane. Cupido dammi un bel partito, smettila di correre dietro i tacchi a spillo della Brambilla!

2) Risposta di Cupido:

Carissima, sebbene distratto dai tacchi della Brambilla e dall'amica di mia nonna Rosy Bindi mi sono occupato del tuo dolente caso. Non so quanti anni tu abbia, ma la lunga lista di delusioni mi fa prevedere che tu sia piuttosto in là con gli anni, e che quindi andrebbe benissimo un certo Beppe, annata 1948, che nonostante l'età non è pelato, particolare che ho letto fra le righe della vicenda allo stadio ti potrebbe dar fastidio. Il suddetto al contrario è ricciolone e barbuto, un pò imbiancato, però non mi sembra il tipo da rubare la tintura per capelli a te. Sulla sua fedeltà potrai controllare tranquillamente: è un pantofolaio che sta tutto il giorno davanti al PC, qualche volta invita un sacco di amici, ma appunto perchè sono troppi non ti sporcherà il salotto di casa: ama fare feste in piazza. Ma non t'illudere, non è affatto disposto a trasformarsi in un buon partito, sta solo compilando delle liste, dove eventualmente inserirti, per il suo be...ops...bollino. Per la sua posizione economica non saprei che dire, di certo essendo genovese non penso tu possa approfittarne più di tanto, forse se tu vuoi un usato sicuro sarebbe meglio il Piero: alto, biondo, magro e molto previdente: infatti vuole congelare il suo stipendio dopo l'aumento appena preso, non si sa mai che a qualcuno venga in mente di diminuirlo! E credimi, trovare il suo stipendio in un congelatore anche vuoto non dà la felicità, ma aiuterebbe a pagare le bollette e tutto il resto, senza parlare poi, se mai fosse vero quello che gli è scappato detto una volta: "Allora abbiamo anche noi una banca!" Insomma a te la scelta: uno licenziato dalla televisione o uno licenziato dai DS?

3) Caro Cupido, bello vederti spuntare da un arcobaleno! Ma la mia amica ancora sbronza dalla festa del PD di domenica 14 ottobre mi ha detto che non è un arcobaleno ma solo una "cosa rossa al tramonto". Ripenso a tutta la mia vita smontata in mille pezzi che cerco faticosamente di rimettere insieme. E' il puzzle del Quarto Stato di Pellizza da Volpedo, ne sono sicura, eppure mettendo insieme i tasselli m'accorgo che troppi avanzano, come se una nuova versione da terzo millennio si fosse confusa con quella del '900. La donna scalza col bambino per esempio, ha anche un PC (nel senso di Personal Computer e non di Partito Comunista) da tenere nell'altro braccio e questo le dà un'aria stanca e scocciata come la mia e come il "bamboccione" ormai cresciuto ma sempre a carico per via del lavoro precario. Intorno facce straniere e troppe hanno l'aspetto di gente che spintona più che quella del compagno di lotta. Le nostre, quelle con le caratteristiche da pura razza imbastardita italiana ci sono, ma nascoste dietro gli striscioni "E adesso ammazzateci tutti", "Quante discariche per morire?", "No dal Molin", "Diritto al lavoro"
Troppi! Come faccio a farceli stare tutti? Bisogna okkupare un tavolo più grande o mettere i nostri quattro insieme, perchè in questo quadro a sbarrarci il cammino spuntano centrali nucleari, inceneritori e basi militari e robot che ci fanno sentire inutili, mentre la natura intorno sparisce.

4) Come vorrei essere un'agenzia matrimoniale al posto di essere Cupido! Lì si mettono a destra elettori nei gazebo e il Capo decide come accopparli ops, scusate gli errori di stampa, volevo dire lettori e lettrici degli annunci e Eliana Monti decide come accoppiarli: tu sei un tipo da casini, e ti dò Casini, tu russi di notte e ti dò La Russa, a te piace bere e ti dò Buttiglione, tu vivi ad Alessandria e io ti dò l'Alessandra Mussolini, e poi vi mando in viaggio di nozze ad Alessandria d'Egitto, tu sei appena uscita dal parrucchiere con la tua bella tinta di capelli rosso fiammante e io ti cucio addosso un partito nuovo...facile dire poi "e vissero tutti felici e contenti" basta cambiare la targhetta "Casa della Libertà in "condominio del partito del popolo delle libertà".
A me invece, nella riva gauche, arrivano maschi, femmine, gay e sfrattati dai CPT che vogliono anche confrontarsi per vivere insieme con quattro cuori, una capanna ecologista e un capannone da lavoratori precari.
Farli innamorare è impossibile, hanno in comune solo il masochismo, ma ci provo giusto perchè ho una freccia nell'arco e per qualcuno devo usarla. Allora dimmi. Com'è l'uomo dei tuoi sogni?

5) Non riesco neppure più a immaginarlo. Via senz'altro il principe azzurro, che a dirgli: "Avanti Savoia" ci si sente chiedere dei gran soldoni. Superman che vola? Finisce che va in fallimento come l'Alitalia. Zorro con la mascherina e il mantello nero? Poi devo pagare i danni per tutte le Z che scrive sui muri oppure correggerle con altre z sovrapposte facendole diventare svastiche che nessuno cancellerà. Don Chisciotte? Ma figurati se mi metto a fianco un tipo così deficiente da combattere i mulini a vento, che mi possono far risparmiare sulla bolletta della luce! Peter Pan? Forse forse, però facciamo che c'è l'isola e non il bamboccione. Popeye? Siiiii! Ecco la soluzione che cercavo: Braccio di ferro col suo pugno chiuso da mettere sul simbolo della nuova federazione al posto di falce e martello così i comunisti non se la prendono tanto, un marinaio in giro per il mondo a pestare i cattivi. Però siccome non sono Olivia, non sopporterei il suo carattere rissoso neanche per un giorno. Ed ancora una volta, il mio ideale d'uomo è sempre lui, il genio italiano: Leonardo da Vinci, col suo uomo vitruviano con quattro gambe e quattro braccia, capace di trasformarmi in Gioconda anche se sorrido appena a labbra strette.....


6) Miei cari colleghi dell'Olimpo, vi scrivo dalla Terra, dove sono con le mie alucce che nessuno nota perchè credano che siano disegnate sulla maglietta e con l'ultima mia freccia rimasta, dopo che tutte le altre si sono piegate miseramente senza far innamorare nessuno, come se tutti avessero un portafoglio o un by bass al cuore che le respingesse . Voglio verificare di persona perchè l'umanità è cambiata così tanto e sono qui in Italia, il paese di Giulietta e Romeo, a vedere dove son finite le belle ragazze, i latin lover, se tutte le donne sono complicate come quella che mi scrive, voglio scoprire chi ha preso il mio posto, il posto di Cupido.
Alcune delle mie belle le ho trovate dove mai avrei immaginato: sedute al Parlamento, sistemate che meglio non si può e quindi di loro non me ne voglio proprio occupare, tanto hanno le guardie del corpo. Sono le altre, di cui tante ancora più belle e intelligenti, che mi preoccupano. Molte di loro non le ho più viste ed ho scoperto perchè: purtoppo sono state UCCISE o si sono “suicidate” per colpa di fidanzati, mariti, amici occasionali, maniaci, il più delle volte senza che la legge facesse il suo dovere: Giustizia. No, non sono state le mie frecce ad ucciderle. In realtà sono ben pochi gli uomini che uccidono per gelosia o perchè rifiutati, e poi perchè dovrebbero farlo mentre la loro mancata preda sta lavorando magari come segretaria, perchè dovrebbero farlo se sono in vacanza circondati da altre che come suol dirsi, gliela darebbero su di un piatto d'argento, perchè dovrebbero farlo solo per un portafoglio col resto della spesa? Spesso mi viene il dubbio che qualcuna di queste sfortunate abbia il grosso difetto di pensare, di pensare troppo, e che vada a cercare al di là del suo lavoro, della curiosità che può avere una moglie o una fidanzata qualcosa che deve rimanere invece nascosto, che chi le ha uccise sia solo un sicario. E quando non finisce così male, perchè l'eros è solo una sbronza e poi s'addormenta o muore senza lasciare lo spazio alla tenerezza o al gioco lasciando i due senza piacere e senza ricordi? Cosa c'è dentro le pillole azzurre, dentro la droga spacciata per un semplice spinello, dentro beveroni torcibudella, dentro pscofarmaci? I bruti nascono, crescono bruti o sono solo dei telecomandati? Perchè uomini grandi e grossi pagano senza fiatare multe ingiuste, cedono a ricatti e ingiustizie d'ogni genere e poi sfogano la loro violenza con le loro donne, i figli e i genitori anziani? Mi sto guardando attorno in questa strada sconosciuta, gente che va e che viene, forse gente in vacanza...no, non è gente in vacanza, non c'è nessuna spensieratezza nei loro occhi, solo quel gruppetto di ragazzi laggiù ride, ride ma in modo strano , le ragazze sembrano oche starnazzanti e i ragazzi emettono suoni gutturali scimmieschi e non c'è nulla di divertente. Ragazzi della loro età in atri tempi mi avrebbero chiamato, pregato, ringraziato. Devo adattarmi ai tempi, mandare sms, non frecce! Provo subito: Tanti bei TVTB (ti voglio troppo bene).Aprono i loro videotelefonini, mi leggono ma poi se li passano facendo commenti da caserma, fanno scorrere il piccolo video alla ricerca di foto per nulla romantiche e ridono con facce da portuali usciti da bordelli. Sono fuori dal tempo, non riuscirò mai a capirli, mi ci vorrebbe un uomo né troppo giovane né troppo vecchio che mi aggiorni su come vanno le cose. Due amici stanno parlando e io mi nascondo nel sedile dietro nella loro macchina.
“Come ti va?”
“Guarda sto uscendo da una storia con una donna che mi ha fatto provare emozioni mai provate” “Uhm...beato te “
“ Beato me un corno, ho preso delle botte, e sai da chi? Dalla prof d'italiano delle serali, è venuta a casa mia a violentarmi”
“La prof, quella sposata”
“Si, proprio quella, e io allora ho pensato d'accontentarla anche perchè è una bella donna , ma a quel punto mi ha tirato un cazzotto in faccia solo perchè aveva nella testa che andasse così, è una fuori di testa, lo sanno tutti”
“E insegna?”
“Si, ma cosa credi, che sia l'unica?, io almeno sono delle serali, ma pensa a quelli delle scuole normali”
Alla prof d'italiano delle serali io non ho mai mandato una freccia e allora perchè si comporta così? Come possono crescere i suoi alunni? Un uomo può essere violentato e ricattato da una donna?
Oh....sto pensando, sto pensando troppo anch'io..... e la mia ultima freccia non so proprio su chi scagliarla, nemmeno per me.

7)Caro Cupido, non ho più voglia di emozioni perchè sono troppo stressata. Essere una donna che lavora, in più intestardita ad avere un'attività in proprio stimola le voglie di tanti, soprattutto di chi lavora all'Ufficio delle Entrate. In particolare un tipo che si chiama Iciap mi perseguita dal 1993. Amato (di cognome) decise in quell'anno la minimum tax, cioè praticamente decideva lui quanto cuccavo, con l'obbligo comunque di fare gli scontrini. Caro Cupido, io non ho cuccato quanto diceva l'Amato, e quando venne a trovarmi l'Iciap, feci uno sforzo enorme ad accettare di pagare per prestazioni in più di cento mq, solo perchè i biliardi per le scene erotiche di 9 settimane e mezzo occupano spazio, quindi per pochi metri il doppio, e pagare ancora di più solo perchè lo decideva l'Amato, mi sembrava proprio una follia, anche perchè come al solito, le palanche non c'erano. Nel '97 Iciap mi scrisse che voleva anche il resto della prestazione, e a malavoglia calai le braghe per il resto, sentendomi U Dria. Un anno dopo mandò Paolo, il San delle riscossioni con una cartella: voleva di nuovo trattarmi da U Dria, si vede che gli era piaciuto, ma a me no, non lo so cosa feci, ho rimosso. Nel 2007 mandò la sua amica Gest Line, a invitarmi questa volta a ridare la prestazione in Euro.
Dal casino del mio cassetto, in mezzo a reggiseni e slip tirai fuori la ricevuta del '97, pregna ancora del sudore per tirare fuori quelle lirette, di cui ho tanta nostalgia, e la portai dalla Gest. Il suo inserviente mi disse che dovevo andare in Comune e io ci andai. In Comune mi dissero che era colpa della Gest, e che dovevo dirlo a loro. Caro Cupido, mi trovavo in un triangolo e come Renato Zero gridai No! E mi feci fare un'attestazione, una specie di coppia di fatto: qui c'è la ricevuta già pagata e qui c'è la prova che sono venuta a farvela vedere perchè un errore lo capisco, anche se sono un tipo che quando chiudo una storia già il giorno dopo non ci penso più, figuriamoci una storia chiusa nel 93, riaperta per il suo solo volere nel 97, e in più con uno che si chiama ICIAP, che manco esiste più, il Visco l'ha fatto finire nell'ammucchiata Irap!
Quest'estate, sempre lui, ICIAP, vestito da Equitalia è venuto a cercarmi ancora, incurante delle leggi sullo stalking fatte dalla Mara. Non mi ha rovinato le vacanze per il semplice fatto che di vacanze non ne posso fare. Vista l'esperienza precedente, sono andata subito in Comune, dove le impiegate amano tutte Brunetta, e si dan da fare per riscuotere anche quello già riscosso per fare il ponte. Loro credono che sia il ponte per loro tra una festa e l'altra , invece i soldi oltre che per altre cose, servono per fare i ponti: quello di Messina e qua quello intelligente sul Boate, vorranno rimediare visto che il soffitto dell'asilo nido non è stato fatto per nulla intelligente: dopo solo 40 giorni dall'inaugurazione alle prime piogge non ha retto, mentre le mie scuolette, dove sono andata anni e anni fa, forse ancora più esposte, non hanno subito danni, e il Boate questo gran fiume a rischio scorreva sonnacchioso senza che nessuno se accorgesse di lui. Questo col senno di poi, ma veniamo al mio rapporto burrascoso con l'Iciap, Le impiegate mi dicono che la colpa è dell'Equitalia, e che devo andare lì, che non è colpa loro. So già come vanno queste cose e quindi mi faccio fare una richiesta di sgravio, che di rimanere gravida adesso di questo Iciap, non mi sembra proprio il caso. Il giorno dopo vado all'Equitalia, per mettere fine a questa storia e trovo l'impiegato che prima era della Gest Line e prima ancora della San Paolo Riscossioni. Dev'essere un gioco erotico sadomaso, in cui l'Iciap si traveste da questi diversi tipi di Dracula e dove naturalmente la masochista devo farla io. Dietro di me c'è qualcuno in divisa, un poliziotto, o un carabiniere, non so, la cosa non mi spaventa ma m'incoraggia, e mi sprona a mantenere i nervi saldi. Scandisco bene le parole, “E' stata già pagata e qui c'è la ricevuta, sono già andata in Comune nel 2007 come vede e di nuovo ieri e qui c'è la richiesta di sgravio...”cerco di farle sentire anche ai testimoni, metto in visione sul banco tutte le prove. E lui, dietro lo sportello, cerca sul computer, fa la stampata e poi:
“Risulta da pagare, deve andare in Comune, fino a quando il comune non manda lo sgravio noi dobbiamo farla pagare”
Gli ripeto che ci sono già stata, gli rifaccio vedere la lettera, lui scuote la testa e ripete che non è colpa sua, comunque è da pagare.
Scappo via, in preda ad un raptus isterico che non voglio far trapelare, poi però ci ripenso: devo avere le prove di questa situazione, torno indietro e chiedo “gentilmente!” quello che aveva stampato. Lui mi guarda con quello sguardo che usano gli uomini quando tentano di spiegarti che se pisciano fuori dal water non è colpa loro e mi dice:
“Adesso le spiego qual'è il suo errore”
Allineo tutti i miei documenti ancora una volta sul banco, accosto l'orecchio allo sportello, badando bene a non mostrargli le tette..
“Mi dica, qual'è il mio errore?”
“Lei ha fatto tutto giusto, ha pagato e ha chiesto lo sgravio però.....
(non ricordo le parole esatte, perchè ero in pieno orgasmo isterico, di preciso so che poi ha ripetuto “non è colpa mia ma del Comune”
“E allora dov'è il mio errore? Dove ho sbagliato! Mettetevi d'accordo voi!”
Caro Cupido, sono scappata via per raffreddare i miei bollenti spiriti, spero che i presenti si siano divertiti, ma soprattutto che abbiano imparato a controllare quello che pagano. Ne dubito, però.iciap   93 pagata nel 097

quartostato



© 2003-2012 Non Solo Tigullio 01782750994 - Il Tigullio dalla @ alla Zeta - Web Design RWD - Leggi il Disclaimer
Chi naviga su questo sito lo fa a proprio rischio e pericolo