Registrati | Persa la password?
Lunedì 30 marzo 2020, S. Giovanni Climaco

Da vedere!

0 Rapallo- Arrivando dal Levante ligure, la prima cosa che colpisce all’occhio, ancora prima del noto Castello, è il verdissimo Parco di Villa Tigullio: un vero e proprio polmone verde che ospita la grande Biblioteca Civica Internazionale (ricca di varie sezioni, inglese comprese e con i locali per la lettura e lo studio affacciati sul golfo), un parco giochi per bimbi, nonché un minigolf.


Vero e proprio simbolo della città è poi, proseguendo verso il centro della città, il Castello cinquecentesco, protagonista nelle feste di luglio, durante le quali viene “bruciato” in una fontana di fuochi: oggi sede di mostre di vario genere, era prima abitazione del Capitano, poi prigione, poi sede della Guardia di Finanza e infine, dopo l’acquisto del Comune, sede espositiva appunto.


A pochi passi dal Castello, c’è l’ex Monastero delle Clarisse, costruito nel 1600 per le suore di clausura ma poi giudicato troppo centrale e successivamente acquistato dal Comune nella fine del 1800: attualmente funge da Teatro cittadino, Auditorium e Istituto Superiore.


Da qui, ci si può immergere nell’elegante lungomare Vittorio Veneto, meta preferita di chi vuole trascorrere un mattino o pomeriggio tranquillo e soleggiato, tra palme affacciate sul mare e locali raffinati. Tra i palazzi e i locali ci si può imbattere nell’affascinante Chiosco della Musica (1929), in stile Liberty e in attesa di un restauro, che raffigura i 12 musicisti più famosi della storia (Johann Sebastian Bach, Gaspare Spontini, Giovanni Battista Pergolesi, Domenico Cimarosa, Georges Bizet, Amilcare Ponchielli, Charles Gounod, Gaetano Donizetti, Claudio Monteverdi, Georg Friedrich Händel, Franz Joseph Haydn e Giacomo Puccini).


Dal lungomare si può poi passare al cuore del borgo storico, attraverso una serie di Porte che collegano il lungomare al Caruggio: se ne contano nel passato almeno 5, e l’unica sopravvissuta sarebbe la Porta delle Saline, che un tempo si affacciava appunto sulle saline della città. Il centro si dirama in una struttura abbastanza complessa, costituita da un asse principale sino a varie e caratteristiche viuzze laterali, ricche di ristoranti tipici, negozi e botteghe.

In centro, compaiono diversi edifici religiosi rilevanti sia dal punto di vista storico che artistico: l’imponente Basilica di S.S. Gervasio e Protasio, edificio ricostruito nel 1600 sopra un precedente chiesa medievale che presenta un particolare campanile pendente (non come la torre di Pisa, ma evidente!), edificato nel 1753. Ancora, l’antica Pieve di S. Stefano, risalente addirittura all’anno 1155 e la sua Torre Civica (1473). A pochi passi, l’Oratorio dei Bianchi e l’ex convento di S. Francesco (1519).

8

E ancora, numerosi palazzi storici: per lo più si tratta ville di fine Ottocento e palazzi medievali, come l’attuale Municipio di piazza delle Nazioni.


Non immediatamente in centro, ma senza dubbio carichi di fascino, il misterioso Monastero di Valle Christi, costruito nel 1200 dai Maestri Comacini e dalle forme gotiche francesi, dove oggi si svolgono diversi manifestazioni culturali e, lungo il torrente di S. Maria, in una zona ricca di tracce medievali, il Lazzaretto, che nel 1450 ospitò le prime vittime della lebbra, oggi più che mai bisognoso di un restauro.


A pochi minuti dalla città (si può scegliere la funivia, che impiega circa 8 minuti, un percorso a piedi -una bella strada panoramica che sale per 11 km- o prendere semplicemente l’auto), a 612 metri sul livello del mare, c’è poi il Santuario della Madonna di Montallegro (patrona di Rapallo, festeggiata i primi tre giorni di luglio), fondato dopo l’apparizione della Madonna al contadino Giovanni Chichizola il 2 luglio del 1557 ed edificato un anno dopo.

Per avere informazioni più dettagliate, si può contattare lo Iat di Rapallo, situato sul Lungomare Vittorio Veneto, 7 – (tel. 0185/23.03.46, Fax 0185/63.051, email: iat.rapallo@apttigullio.liguria.it). Mentre nel sito del Comune di Rapallo -www.comune.rapallo.ge.it- si possono trovare tutti i numeri utili dell’Amministrazione, i Centri culturali e di aggregazione, le ultime News e molte altre Informazioni “ufficiali” circa la cittadina e le sue attività. Il Comune fisicamente si trova in piazza delle Nazioni 4, 16035 Rapallo.


(Nella fotogallery foto dalla 0 alla 12 di Claudia Sanguineti)



© 2003-2012 Non Solo Tigullio 01782750994 - Il Tigullio dalla @ alla Zeta - Web Design RWD - Leggi il Disclaimer
Chi naviga su questo sito lo fa a proprio rischio e pericolo