Registrati | Persa la password?
Sabato 26 settembre 2020, Ss. Cosma e Damiano

Fiere e animali

Fiere e animali

Alla fiera di S. Antonio di Chiavari erano presenti i soliti banchi di vendita animali. Due banchi ove la vita di un essere vivente poteva essere venduta tra 1,50 e 450 euro.
Entrambi i banchi vendevano pesci rossi, tartarughe dulcacquicole, criceti, orsetti di Russia, congili toy, cavie peruviane. L'uno però si è "specializzato" anche in cani mettendo in mostra vari esemplari di razza: yorkshire terrier, bishon, maltese, bassotto, shitsu, pechinese, pincher, oltre a pesci calico; l'altro si è "specializzato" anche in uccelli mettendo in mostra: canarini, passeri del Giappone, bengalini, cocorite, pappagalli inglesi, calopsiti, inseparabili, parrocchetti, tortore e tortore diamantine, parocchetti dal collare, parrocchetti testa gialla, rosselle comuni e elegans oltre a pesci rossi tre code e conigli ariete.
Animali provenienti da viaggi comunque snervanti con documentazione legalmente accettabile ma moralmente discutibile.
Perché?
Perché le tartarughe, ad esempio, provengono dalla California e sono neonate. Avrebbero bisogno con il nostro clima di un acquario studiato con poggio esterno, costantemente riscaldato e alimentato con lampade utili alla fissazione del calcio almeno per i primi due - tre anni di vita. Ma il venditore non sensibilizza l'acquirente e, d'altro canto, non dà neppure il buon esempio: decine di tartarughine neonate sono stipate in un poca acqua a temperatura ambiente. Di queste giovani vite soltanto la minima parte vivrà: chi si istruirà a dovere una volta assuntosi la responsabilità dell'adozione riuscirà a condividere molti anni con questi meravigliosi rettili!
Un aneddoto che ci ha rattristati: durante un controllo effettuato con discrezione ad un banco il giorno 17, una signora si è avvicinata alla responsabile domandando una tartarughina in omaggio per la bambina. Noi non vogliamo entrare nel merito sull'effettiva indigenza della mamma bensì sulla leggerezza con cui l'animale viene trattato: un gioco per il bambino.
Un animale NON è un balocco! E' un essere vivente che, come tutti noi desidera vivere al meglio la sua esistenza, temendo il dolore, la fame, la morte e così, come noi, amando l'accoglienza amorevole e l'ambiente rispettoso.
Il fatto che un animale non si rapporti a noi come noi lo facciamo con i nostri simili è perché appartiene ad un'altra specie. Questo non lo rende né meno importante né meno rispettabile!
Noi umani dichiariamo la nostra superiorità verso gli altri esseri viventi terrestri; forse allora è tempo che lo dimostriamo nei fatti: la superiorità non si dimostra con la forza ma con la comprensione e l'amore.
Il Mahatma Gandhi soleva dire che "la supremazia degli uomini sugli animali inferiori non implicava che i primi dovessero sfruttare i secondi, ma che i più progrediti dovessero proteggere gli altri".

Il 26 gennaio una "copia" della fiera di S. Antonio sarà proposta a Rapallo, presumibilmente, con i banchi di animali comprensivi di annessi e connessi.
L'acquisto di un animale incrementa il commercio di vite, il loro trasporto, la loro continua migranza, la loro prigionia e la schiavitù a riprodursi per il "diletto" dell'uomo.
NON COMPRATE ANIMALI, soprattutto nelle fiere o mostre itineranti.
Se desiderate un pet informatevi prima delle sue effettive necessità, delle vostre effettive possibilità dopodiché entrate in contatto con una associazione zoofila per adottare un animale ospite. L'acquisto di un nuovo animale impedisce una adozione del cuore e mette sul "mercato" un potenziale nuovo randagio (i canili, ad esempio, sono colmi di cani di razza!).
ayusya
Le vostre news

Inserisci commento

Commento anonimo
(La tua email non verrà resa pubblica).



© 2003-2012 Non Solo Tigullio 01782750994 - Il Tigullio dalla @ alla Zeta - Web Design RWD - Leggi il Disclaimer
Chi naviga su questo sito lo fa a proprio rischio e pericolo