Registrati | Persa la password?
Venerdì 18 settembre 2020, S. Giuseppe da Copertino

3.A spasso per il Tigullio



capanna martino2

ATTRAVERSO IL GOLFO

in cerca di ricordi




Gli Orero, ricchissimi possidenti, andarono in rovina alla fine del secolo XVII. L’ultimo a chiamarsi Orero fu Dionisio. I suoi figli cambiarono il cognome in Norero al principio del secolo XVIII.

La loro bella villa, coi suoi grandi parchi, occupa ancor oggi gran parte della penisola di San Michele di Pagana.
Nel cimitero adiacente sta la torre dei Norero.


Permane tuttora anche Villa Baratta, ubicata sulla via Aurelia Orientale, ove l’antica via Avenaggi raggiunge l’Aurelia attuale.

In origine fu un’antica torre dei Norero, e più tardi dei Bardi. Conteneva una cappella autorizzata alla celebrazione della messa: la cappella di San Domenico.


Altro monumento dei Norero è la cappella San Rocco, un tempo Santa Maria del Poggio o del Seglio, ubicata sulla via Aurelia nel comune di Borzoli. Costruita dai Norero intorno al 1490, è praticamente il monumento funerario della famiglia: vi si trovano le tombe di vari membri, defunti nel secolo XVI.


cappella santa maria del seglio (s  rocco, rapallo)


Dopo la peste l`autoritá sanitaria ordinó di coprire con un pavimento addizionale tutte le tombe antiche che avevano le coperture fratturate ed anche le nuove, dentro e fuori le chiese.

In seguito ai numerosi lavori di restauro eseguiti attraverso i secoli, il pavimento che è stato rimosso, le tombe sigillate e le lastre coi nomi dei defunti sono sparite.
Lo stesso è successo per le tombe dei Norero sepolti negli Oratori dei Neri e dei Bianchi.



© 2003-2012 Non Solo Tigullio 01782750994 - Il Tigullio dalla @ alla Zeta - Web Design RWD - Leggi il Disclaimer
Chi naviga su questo sito lo fa a proprio rischio e pericolo