Registrati | Persa la password?
Venerdì 22 novembre 2019, S. Cecilia

1. Digital Divide

Digital Divide


Alcuni tra chi legge avrà sentito parlare di 'digital divide' : si tratta del divario che esiste tra chi ha un facile accesso alle informazioni di internet (e agli strumenti informatici in genere) e chi non ce l'ha per niente.
In genere se ne parla in funzione del divario tra i cosiddetti nord e sud del pianeta.
Invece esiste un digital divide reale molto più vicino, quello tra me ed il mio vicino di casa.

Accesso per tutti


Io che ho internet posso trovare in pochi minuti tutte le informazioni che mi possono servire su un dato problema, posso contattare le amministrazioni via mail per segnalazioni e richieste, posso scrivere con un click un messaggio a tutti i miei amici e conoscenti.

Il mio vicino per fare le stesse cose invece deve prendere l'elenco telefonico, fare una telefonata (se va bene) per sapere a chi chiedere, un'altra per chiedere a chi di dovere, passare in comuna due o tre (mila) volte, passare dalla cartoleria a comprare buste e carta, passare dal tabacchino a prendere i francobolli, scrivere una lettera per ogni destinatario, affrancare, recarsi alle poste e spedire...

Ho estremizzato la situazione per rendere conto di quali diverse potenzialità dà l'accesso in rete.

E allora perché il mio vicino è così masochista che non usa la rete?
Lui vi dirà cose del tipo...
"Non mi serve"
"Non la so usare"
"Costa troppo!"
"E' solo un gioco"

quando non cade nelle peggiori visioni fatalistiche
"Ci sono i pedofili"
"Fa male"

e aggiungete voi quelle più fantasiose.

Inutile dire che molti motivi tra quelli detti non sono davvero quelli che bloccano l'accesso.

Vediamo invece i veri motivi che fanno sì che il mio vicino non abbia ancora un accesso alla rete.

Motivi economici : bisogna comprare un pc, pagare la telefonata o l'ADSL, e son soldi...
In questo dovrebbere essere il Governo a dare una mano, incentivando l'accesso alla rete in modi diversi da quelli in cui sta operando. (vedi La internet di Stanca, di Massimo Mantellini su Punto Informatico)

Motivi pratici : non so usare il computer
Molto spesso si tratta più di una scusa, di una timidezza verso l'uso di quello che è uno strumento complesso, come il pc, ma certamente utile. E' vero, uno strumento bisogna imparare ad usarlo, ma come si impara ad usare la radio, la tv, la macchina, si può imparare anche il pc!

Motivi utilitaristici : non mi serve, è solo un gioco
Uno può vivere anche senza internet, su questo non ci piove! Ma ci sono tantissime cose per cui internet risulta invece utile... E fa anche risparmiare!
  • Parlare (anche in video) con chiunque dall'altra parte del globo al costo di una telefonata urbana, ad esempio!
  • Evitare di perdere tempo prezioso spostandosi per uffici per tante cose (anche il 740 volendo)!
  • Guardare quanto costa una certa cosa su internet o per comprarla, o per fare un confronto con i prezzi del negozio sotto casa e non prendere bidonate!
  • Trovare le informazioni su cosa succede nel mondo, come si fa una data cosa, sui problemi di quello che si compra, scaricarsi una nuova ricetta...

Quindi se un gioco fa risparmiare tempo, denaro, e magari allargare i propri orizzonti, forse è un gioco per cui vale la candela!



© 2003-2012 Non Solo Tigullio 01782750994 - Il Tigullio dalla @ alla Zeta - Web Design RWD - Leggi il Disclaimer
Chi naviga su questo sito lo fa a proprio rischio e pericolo