E' online la nuova versione di NonSoloTigullio. se riscontrate anomalie usate la pagina contatti.
Registrati | Persa la password?
Estetista Chiavari
Giovedì 28 agosto 2014, S. Agostino

versi


"Chiacchiere e Poesia", il Forum di Cristiano Sias
» versi


Nuovo post - » »| - Pagine : (1) 2 - (Aggiorna)
125 maggio 2006 alle 9e39
Comincio con questa mia poesia su:

Portofino vetta

Nella foschia del giorno che nasce
lontanare di riviere assonnate
che in distanza si fanno presunte.
Le svegliano barche con mete
di pesca.Lisce correnti e scie
scrivono sul brivido mare
nel gergo chiaro al marinaio.
Abbraccio intenso di golfi
davanti al promontorio.
Si sporgono pini da precipiti
scogliere a cercarsi nell'onda.
Aironi"perdigiorno"
svogliati guadagnano quota,
a loro s'aggrega
svagato il poeta.


Spero di buon gradimento

Gimba alias Gilberto Fanfani
gimba

[sarvægo]

Puglia


36 posts

da maggio 2006
225 maggio 2006 alle 14e42
Proseguo con

Portofino

Scrocchia pigne la calura
d'agosto.Mistico esalo
di resine satura il bosco e,
penetrante lama di misericordia,
al cuore ci giunge.Ronza il silenzio
un bombo incipriato di polline
ed ,ebbro di nettare,cerca una sposa.
Nell'ombra i cespugli corpi informi
trafitti da dardi di luce.Giù
lontano,fra la trica dei rami
ci richiama occhiturchini
un mare fresco di onde e correnti.
Nel tuffo sfioriamo un gabbiano
che scarta spaurito.La nostra ombra
sott'acqua si perde paurosa
nel blu.Ti rinfranca tenero
un mio bacio alla bocca.
Poi,amore
ci spinge allo scoglio.

Gimba
gimba

[sarvægo]

Puglia


36 posts

da maggio 2006
325 maggio 2006 alle 14e54
Ed ora qualcosa di breve,genere in cui mi sento più a mio agio:

Dopo la pioggia(trasmutazione)

Tremula luna
in pozza di nuvole
rabbrividisce il vento
a pugno di stelle.


Più digeribile,vero amici?


Gimba
gimba

[sarvægo]

Puglia


36 posts

da maggio 2006
425 maggio 2006 alle 18e04
Tutto tace.Ne approfitto per ritornare sul portus delphini:

Promontorio di Portofino

Chi all'onda tua s'affida
cobalto e fonda
del verde ergersi del monte,
gusta nell'aria resine e balsami
di macchia e l'estro canoro
d'uccelli silvani.
Chi per i tuoi sentieri arranca
a tratti anche con le mani
fra frasche e pini nani tenaci
alla roccia,assapora sapido
d'alga e salmastro ed ascolta
lo spento insistere del flutto
allo scoglio e il lamento
spoglio degli"ochini".In basso
scaglia-scaglia scorre fra le fronde
il mare e barbaglia l'ombra.
Di là il porto,antico diletto
ai delfini,ora fitto di barche,dove
dimore rosse e gialle con tetto
e scalini d'ardesia,a braccetto
civette si specchiano.Lo sovrastano
castello e chiesa in arcione
al costone,attorni da pini ed ulivi
attorti e da cadenti spalliere
di rose.Sulla estrema punta
l'attenti del faro è notte sicura
al marinaio.Più a levante,ristoro
pure all'anima,t'offre Paraggi al sole
del mattino minuta spiaggia che,
al meriggio,fresco d'ombra piacevole
pervade e intensa lo scoglio
verdicante e l'acqua.
Di qua t'abbraccia,ai morti
dei Doria riverente,San Fruttuoso
col suo Cristo che ascende dall'abisso
turchese seco traendo i caduti del mare.
Lì Lo volle e saggiamente Lo pose
l'amico Duilio Marcante.
Qui dormono tra illustri tombe
accolte da tempo le audaci
due donne che scamparono
naufraghi alle furie voraci
del libeccio.Suddita i pini
tetragona torre,guardia severa
alla pace verde della cala.
A Punta Chiappa il promontorio
con lingua di pietra invano
nel salso si disseta.Più arretra
a ponente,incrosta a ripa
del monte,Camogli policroma
scorgi.
Dalla sua casa di riposo gente
di mare antica,col cannocchiale
per lei vitale come l'aria
scruta e riscruta il brillotremulo
orizzonte quasi a cercarsi laggiù.
In bellavista negli alloggi
modelli e ritratti delle loro
amate navi che ogni notte
li portano,fieri
e gagliardi lontano.


Spero di non avervi sopraffatti.

Gimba
gimba

[sarvægo]

Puglia


36 posts

da maggio 2006
525 maggio 2006 alle 22e28
Il filosofo greco Eraclito è anche il primo e tuttora il più grande poeta in prosa.Ne do qualche esempio traducendo(conservando la costruzione alla greca) e trasponendo in versi alcuni famosi frammenti:

Dell'anima i confini
andando non troverai
pur ogni percorrendo strada
così profondo logos ha.


Col desiderio lottare arduo
ciò infatti che vuole
con l'anima lo compra.


Armonia nascosta
dell'apparente
più potente

Natura
nascondersi ama.


Oro quelli che cercano
terra molta scavano
e poco trovano.


Al mio ultimo libro di poesie che ho pubblicato ho dato come titolo COME CERCATORI D'ORO pensando che i poeti sono come cercatori d'oro.


La poesia non fa miracoli ma dovrebbe almeno svegliare qualche web-navigator in carrozza letto.Speriamo.
Gimba
gimba

[sarvægo]

Puglia


36 posts

da maggio 2006
626 maggio 2006 alle 19e42
Mi sbagliavo,o forse ho atteso troppo poco.
Comunque ho la testa dura da rompere i muri anche più solidi,usando la costanza della gutta cavat lapidem.
Dopo aver dato l'appanno rigetto l'esca.
Gimba
gimba

[sarvægo]

Puglia


36 posts

da maggio 2006
727 maggio 2006 alle 8e06
Vediamo se interessano almeno le poesie di attualità:

Iraq
Per errore
dal terrore
all'orrore
su orrore.


o più estesamente:

Iraq(il vaso di Pandora)
Chi,sconsiderando,
ha da imprudente
quel terrfico vaso
scoperchiato,appare
ottuso ed inetto
a ricacciarvi dentro
il pandemonio scatenato,
ma,per tracotanza,
non se ne avvede.
Ed ora,Pazuzu,
l'alato signore
dei demoni del vento
malefico,sciagura
ben oltre la terra
tra i due fiumi,
tremendo spargendo
sangue,membra,
dolore e morte.

gimba

[sarvægo]

Puglia


36 posts

da maggio 2006
827 maggio 2006 alle 8e08
Vediamo se interessano almeno le poesie di attualità:

Iraq
Per errore
dal terrore
all'orrore
su orrore.


o più estesamente:

Iraq(il vaso di Pandora)
Chi,sconsiderando,
ha da imprudente
quel terrfico vaso
scoperchiato,appare
ottuso ed inetto
a ricacciarvi dentro
il pandemonio scatenato,
ma,per tracotanza,
non se ne avvede.
Ed ora,Pazuzu,
l'alato signore
dei demoni del vento
malefico,sciagura
ben oltre la terra
tra i due fiumi,
tremendo spargendo
sangue,membra,
dolore e morte.

gimba

[sarvægo]

Puglia


36 posts

da maggio 2006
927 maggio 2006 alle 19e04
Torniamo a mente locale:

Alba sul Tigullio(un po' di anni fa)

*****A Isabella M.B.*****


Da una cuna di rena ti levi
tuttabella.Socchiuso lo scrigno
della notte,sboccia l'aurora
quello del tuo volto.Più che mai
languida,laggiù al Barracuda
Maria Elena si spegne.Sfiora
il mio buongiorno l'igneo
refrigerio del tuo labbro,vermiglio
sigillo a questa nostra veglia
d'amore.Trema la brezza l'ormai
esangue pavese del Covo,ma ancora
vergine splendore,Venere propizia
domina nel cielo.
gimba

[sarvægo]

Puglia


36 posts

da maggio 2006
101 giugno 2006 alle 6e24
Sembra che i tigullini del forum poetico dormano ancora ma il promontorio di Portofino mugugna e vuol dire almeno qualcos'altro di breve:


la brezza
a tratti dà
ora bosco odore al mare
ora mare odore al bosco
e accarezza
ora per un verso
ora per un altro l'onda.


Adesceve,figgeu,ch'a l'é na bella giurnà!

gimba

[sarvægo]

Puglia


36 posts

da maggio 2006
1111 giugno 2006 alle 6e27
Ancun ninte da fa.Nu ghe dan,nu pittan.Demmu ancun du brumezzu.

Va velivolo incantato,
con ali di memoria,
di corrente in corrente
ascensionale,i monti
scavalca,transvola
il mare,sulle isole
le nubi riguadagna
e verso quel golfo plana
che dentro mi porto poesia.

gimba

[sarvægo]

Puglia


36 posts

da maggio 2006
1212 giugno 2006 alle 15e26
ente de ma,de tera e de ce,dorme anche Cristiano,le che u duvieva fa a parte du"celeusté",quellu che u batteiva u tempu de voga in sce navi greche antighe.Ma mi nu ghe mollu e ve presentu de poexie in sce inverrinadde.

Halià(giochi marini)

Giù dall'onda
fra candide spume,
gridando felice,
scivolo veloce sul petto.
Curioso!Anche un cefalo lo fa
sotto il velo dell'acqua.
E sopra di noi si trastulla
col vento un gabbiano
(o forse attenta astuto
al mio amico di onda).

Libecciata a Vernazzola

Nei giorni di libeccio
riuniva,degli amici
un grido sotto casa,
allegra comitiva
che piombava veloce
alla marina.Salso
pulviscolo,nel vento
fresco del caruggio
che dava sulla spiaggia,
era presago certo
di battaglia.Gettate
le vesti alla rinfusa,
si scivolava a gara
sospinti dai frangenti,
felici fino a sera.
Poi il ritorno alle case
con gli occhi arrossati
rivivendo le onde
più belle.Trangugiato
qualcosa,si cadeva
sfiniti nel letto
con ancora all'orecchio
il rombo del mare.

Surfers(acquaplanisti)

Se gonfia il mare sotto un vento rude
intrepidi cavalcano i marosi
giovani auriga dalla bronzea pelle.


gimba

[sarvægo]

Puglia


36 posts

da maggio 2006
1313 giugno 2006 alle 1e19
Caspita! e come me la perdoni questa? ero convinto che di qua non passasse nessuno... e i miei impegni in giro per il mondo....vabbé, insomma era un po' che non passavo. Ma il sito non doveva avvisarmi in automatico quando qualcuno scriveva qui?
Ti ho notato poco prima di coricarmi, dopo giorni di blackout PC e problemi vari.. ti leggerò a mente fresca domani, ma per quello che ho visto vai forte Gimba!

Ti lascio un paio di versi dalla mia HP per farmi un po' perdonare:

S. Pietro di Novella.

Ho indossato le scarpe del tempo
sopra calze color gridellino,
non era lo stesso dei tuoi capelli.

Ho osservato il viso di mio figlio,
non il resto: lo specchio era troppo corto.
Il campanile di S. Pietro mi faceva ombra
ma poi si è spostato anche lui.
Rientrerò domani, e troverò pantofole vuote,
un cero acceso per la seconda volta
al mercato dello sbarassu.
Non so dire quanto servirà:
l’essenza del mio tavolino antico
è invisibile alla mente grinza.
Useranno molte parole
per tessere alibi di impotenza,
quanta benevolenza aggiungeranno
per cambiare nome all’egoismo.
Ogni rintocco fa abbaiare i cani
e fuggire le tortore verso il bosco.

Tornano subito a grifare
beffando gabbie di pinastro
mentre grillano foglie alle pietre del cuore.

Ciao!

Cris

(P.S. maledetti spazi... o Webmmasterr...)
Cristiano Sias

[sarvægo]

Vignole Borbera


31 posts

da gennaio 2006
1413 giugno 2006 alle 1e22
Dimenticavo: Buona notte!
Cristiano Sias

[sarvægo]

Vignole Borbera


31 posts

da gennaio 2006
1513 giugno 2006 alle 5e35

Cari tigullini il peggio è passato.Il monologo è diventato dialogo.
Evviva!Evviva !Evviva!
gimba

[sarvægo]

Puglia


36 posts

da maggio 2006
1613 giugno 2006 alle 6e27
....e dentro il petto

..e dentro il petto
riverso bocciòlo di rosa
il cuore,e,sempre fresco
il tuo profumo.


oppure


Ma dentro il petto

Ma dentro il petto
balzo delfino
il cuore,e, semore salso
il tuo profumo.


Voglia di te

Voglia di te
come di fuoco paglia.


Neodolce stilnovo(ragazzi in amore)

E sì soave era il baciarsi
che di gustarlo ci si asteneva
per qualche dì,sì che nostra
sete poi fosse più ardente.

Dal subcosciente l'amore si è fatto strada in quesi brevi carmina.
Perdonatelo e perdonatemi.

gimba

[sarvægo]

Puglia


36 posts

da maggio 2006
1721 giugno 2006 alle 10e59
Sulle ali della fantasia

Verso intimi porti di Liguria
nel mio cuore celati,
sulla scia di agili delfini,
scivola bianca e lieve la mia vela.
A tratti si specchia nel cavo dell'onda
ma alla barra non scorgo nessuna,
nell'aria soltanto di ali un fruscio.

Nervoso scalpitare
di stalloni,al morso
che li frena,
Liguria mia,
è la tua voce
poderosa in me.

Ben conosco il tuo profumo,
più forte di alga,di fuco,
di profondo.
la tua voce
più virile,più chiara,
il tuo aspetto
più vivace,più vario,
le tue spiagge
più intime,più mie,
le tue correnti
più limpide che mai ne giorni
di bonaccia,la tua gelida
ma salubre sferzata,
il tuo sapore
più intenso e genuino,
le tue onde
più alte e vigorose,
le tue schiume
più candide,abbondanti,
il tuo livore
nei giorni di tempesta,
le tue battigie
-plastiche a parte-
più ricche,più ornate.
Tutto di te conosco
inverno mare ed amo.

Come vedete ,cari tigullini,mi sono lasciato prendere
dalla nostalgia,perdonatemi.






gimba

[sarvægo]

Puglia


36 posts

da maggio 2006
1829 giugno 2006 alle 22e56
Ogni tanto risorgo
da viaggi senza parole
dai muti chiacchiericci
quando il vento si ferma
e i morti smettono di morire.
Così mi alzo incurante del sudore
delle parole che si strozzano fra i tasti
della gente che da rabbia inventa sorgenti
e musica e fasti
ed altri venti.
Poi sarà la notte a ritrovarmi
ed aspettarmi ancora,
l'unica che spera che la prenda in moglie
o in un sorriso
ad ogni mio ritorno.

L'amore che scordo
ad ogni levar del giorno.

--------
Scritta senza pensare direttamente qui, è quello che è, ma non sarà mai un file word...
Cristiano Sias

[sarvægo]

Vignole Borbera


31 posts

da gennaio 2006
1929 giugno 2006 alle 23e03
Gimba sei forte sai, ci vieni in "Nuovapoesia"? è un sito (e un'associazione che sta per nascere a Rapallo), ne parlerò qui a breve.. un'altra cosa: perché non metti quelle poesie sull'Iraq nel forum Iraq? poi ci posterò una cosa, ma adesso, poiché Rapallo non è da meno di Portofino e Camogli :-) ecco questa...

Alla foce del Boate.

Non riesco a sentirti oggi
o mare dagli incauti tormenti,
senza vento la mia mente ascolta
silenzi e voci nelle brezze altalene
e un upupa che mi chiama
ogni volta che il fumo della sigaretta
si disperde, mi sprofonda
in questo infinito verde
così distante
dalle irreali e irriconoscibili
immobilità delle mie pene.
La verità è che aspetto le campane delle due
prima che il frastuono riprenda,
da lontano i rintocchi si inseguono
in disaccorda armonia
fra l’insopportabile calura
e il luccichio delle conchiglie.
Ecco cos’è, è la paura
di non riuscire più a parlarti.
Ma in fondo basta che salga
sul pennone più alto
appeso alle maniglie del tuo sguardo
sventolando il mio corpo
fino al ritorno del vento.
A lui mi abbandonerò, finché il tempo
non ammaini la mia bandiera
col suo sfilacciare inquieto,
trasformando ogni mio desiderio
in un’alga, ogni pensiero
in una stella marina impacciata,
ogni mio sogno, in un gabbiano.
Per questo mi attardo qui
nel porto di Rapallo
mentre il giallo faceto del sole
sul mio corpo di seppia inchiostrata
ravviva ogni rosso corallo
che al tocco della tua mano
diventerà scintille.
Prima che la gente riprenda a mormorare
con la faccia un po’ impostata
lungo le passeggiate tranquille
alla foce del Boate.
Cristiano Sias

[sarvægo]

Vignole Borbera


31 posts

da gennaio 2006
2030 giugno 2006 alle 15e00
Caro Cristiano
Vedo che anche tu come poeta vai bene(stile,poetica e poesia).
Riguardo al nuovo sito poetico in fondazione, Nuovapoesia,sarò dei vostri.
Il forum Iraq non lo ho ancora individuato,per ora sto adunando materiale poetico da me composto su entrambe le guerre,poi comunque lo posterò
in qualche buco già presente in merito o che scaverò con le mie unghie.
.......
Riguardo al fiume Boate per un momento ho pensato a quel posto vicino a Brasilia,poi mi sono ricordato del torrente di Rapallo che quando piove fa sciagure come il Bisagno.

Ciao
gimba

[sarvægo]

Puglia


36 posts

da maggio 2006
216 luglio 2006 alle 9e53
Ma ti ho accennato ai misfatti del Bisagno,ecco qualcosa in merito in una fulminazione:

Genova e Bisagno

Bisagno,modesto rigagno.
Ma se scroscia,infesto torrente
che"stroscia"la Superba,e a stagno
la sconcia di sentina putrente.





Poeta onesto,oplita di Leonida
gimba

[sarvægo]

Puglia


36 posts

da maggio 2006
2227 aprile 2012 alle 17e25

UNA MORTE DA EROE:PIERMARIO MOROSINI


Atterrato dal male

non pensa a sè stesso

ma all'azione.

Cerca di rialzarsi,

non ce la fa,allora,

sguardo alla porta

avversaria,indomito

avanza ancora

sulle ginocchia

finchè tenebre

non lo travolgono.



Quasi una motivazione per medaglia d'oro

Io non sono mai stato tenero con la retorica,ma qui il comportamento di questo giovane la necessitava.Non vedo molta differenza con un soldato che colpito a morte durante un assalto,cerca di continuare l'attacco trascinandosi sulle ginocchia....


gimba

[sarvægo]

Puglia


36 posts

da maggio 2006
2327 aprile 2012 alle 17e35

Sembrava sorridesse.Era bellissimo.


Quei tuoi occhi,ancora

straordinariamente pieni

di luce e di felicità nonostante

i maligni colpi ricevuti,irritavano

il Fato che si sentiva deriso,

sconfitto,così sferrò con rabbia

il colpo decisivo.Ma,

Piermario cadde da eroe

senza un lamento, e il suo sorriso

per Anna non si spense

nemmeno dopo morto.



Nota:questa poesia formalmente è una prosa ,ma la intensa commozione

non mi ha permesso altro.
.............................................................................
gimba

[sarvægo]

Puglia


36 posts

da maggio 2006
2412 maggio 2012 alle 16e31

Il nicchio spiaggiato(Bursa Scrobiculator *)

Portento gioiello
fende il nicchio
spiaggiato l'acqua
che ripiega,vascello
incantato
in grazia di vento.


* Rarissima conchiglia del Mediterraneo
gimba

[sarvægo]

Puglia


36 posts

da maggio 2006
2518 maggio 2012 alle 15e29

Portofino vetta

Nella foschia del giorno novello
lontanare di riviere assonnate
che in distanza si fanno presunte.
Le destano barche con mete
di pésca.Lisce correnti e scie
scrivono sul brivido del mare
nel gergo chiaro al marinaio.
Abbraccio intenso di golfi
davanti al promontorio.
Si sporgono pini da precipiti
scogliere a cercarsi nell'onda.
Aironi"perdigiurnu"
svogliati guadagnano quota,
a loro s'aggrega
svagato il poeta.
gimba

[sarvægo]

Puglia


36 posts

da maggio 2006
26 »Nuovo post - » »| - Pagine : (1) 2 - (Aggiorna)
Attenzione! Tutti i contenuti del forum sono copyright© dei rispettivi autori.
NonSoloTigullio non è responsabile dei contenuti inseriti dai navigatori.
Per qualsiasi segnalazione usare la pagina contatti

Nuovo post

Non puoi postare in questo Topic
In questo topic possono inserire post solo gli utenti registrati

Chessifa stasera?

Gli eventi di...

Invia a un amico

Segnala il tuo sito


Il sito di oggi...



© 2003-2012 Non Solo Tigullio 01782750994 - Il Tigullio dalla @ alla Zeta - Web Design RWD - Leggi il Disclaimer
Chi naviga su questo sito lo fa a proprio rischio e pericolo