Registrati | Persa la password?
Martedì 11 dicembre 2018, S. Damaso I

Eventi del 02 2 2007


Venerdì 2 febbraio 2007
Presentazione "Rosa di Venti"
chiavari
Presentazione "Rosa di Venti"
Dopo l’uscita dell’ultimo album del cantautore Roberto Frugone, Rosa di Venti e di Venture, ha inizio un cammino originale che vede Frugone protagonista di incontri letterari legati alla sua poesia e alla sua musica. Rosa di Venti e di Venture infatti, si presenta come un viaggio di riflessioni e racconti in cui ogni canzone diventa specchio di un vento della Rosa, intesa come la vita stessa nei suoi diversi avvenimenti e stagioni che la compongono. L'autore si domanda - e dà la sua risposta - se dunque tutti questi venti abbiano un senso o siano frutto del caso. Sarà Paolo Bonini della libreria la Zafra, in via Vittorio Veneto a Chiavari, a curare la presentazione dell’evento venerdì 2 Febbraio alle ore 18, nel quale si proporranno anche alcune proiezioni dei videoclips pubblicati con il disco e curati dalla grafica di Lamberto Salvan. Il tema affrontato sarà appunto quello del viaggio e della navigazione intesi come ricerca letteraria. A riguardo Roberto Frugone scrive nell’introduzione alla sua opera: La Rosa dei Venti è nata in mare, per orientarsi nel “mare nostrum” Mediterraneo. Al tramonto del medioevo, audaci capitani e mercanti navigatori, figli di quelle città che ancor oggi amano affiancare al proprio nome il titolo di Repubbliche Marinare, si trovarono tra le mani le prime carte nautiche e i diari portolani. Le rotte di navigazione sul Mediterraneo divennero così più certe e fu allora, nel XIII secolo, che fece la sua comparsa su quelle mappe la Rosa dei Venti, un emblema variopinto a forma di stella. Serviva a rappresentare le direzioni dei venti, associando a ognuno di questi un nome che ancor oggi essi portano, un nome che risuona dei dialetti di Genova e Venezia e riconduce alla loro posizione. Per comprendere la Rosa dei Venti occorre infatti porsi al centro del Mediterraneo, a Malta, ad esempio, o ancor meglio all’altezza dell’isola greca di Zante e da lì osservare le direzioni dei venti, poiché pare che la prima Rosa sia stata tracciata proprio là da un navigante veneziano. A lungo si è discusso sui segni e sui simboli della Rosa dei Venti: la lettera T al vertice Nord, la presenza del simbolo araldico del giglio e la croce ad Oriente, gli spazi come lingue di fuoco o petali policromi. La grande simbologia racchiusa dentro questo segno, la sua simmetria circolare così cara al medioevo spinse i cartografi rinascimentali a ridurre il numero delle Rose dei Venti o addirittura a tralasciarle, come per sminuirne il significato occulto. Ma esse tornavano prepotentemente sulle carte: le cercavano i naviganti, convinti che come le polene sulle prue esse portassero misteriosamente ventura e salvezza… Oggi e qui, in un’epoca ben diversa da quel medioevo, così lontano dal nostro tempo ma per molti versi così simile nella sua incertezza e nelle sue tinte forti, ciò che Roberto ha cercato, cantando la Rosa dei Venti e il suo danzargli attorno, è stato proprio questo: di navigar in cerca di ventura e salvezza. In occasione dell’incontro inoltre, Paolo Bonini curerà un particolare allestimento della vetrina della Zafra con libri e racconti attinenti alla tematica presentata, permettendo dunque una riflessione completa sull’argomento.
Rockpit acoustic live
Cavi di Lavagna
Rockpit acoustic live
La cover band rock anni 90 Rockpit, si esibirà per un concerto acustico al Rock Cafè di Cavi DI Lavagna. La band in versione ridotta si presenterà orfana della sezione ritmica con Edo alla chitarra (Acamporas, Radioclash, Rockfm all stars band) ed Eugenio Poggi, chitarra e voce, (ex Headcreep ecc) prorponendo i grandi classici del rock n roll e del grunge anni 90 e vicini in un divertente e coinvolgente show. Il venerdì il Rock Cafè fa la farinata...provatela.
Indietro



© 2003-2012 Non Solo Tigullio 01782750994 - Il Tigullio dalla @ alla Zeta - Web Design RWD - Leggi il Disclaimer
Chi naviga su questo sito lo fa a proprio rischio e pericolo