Registrati | Persa la password?
Domenica 9 dicembre 2018, S. Siro

Anmig- Rapallo

Sezione Rapallo
P.sso S.Chiara n.1
Tel 0185-54514
Orario:Martedì dalle 15 alle 17
Venerdì dalle 10 alle 12.
Tel.010.581416-ANMIG -Genova
presidenza(chiocciola)anmigliguria.com
Sito nazionale

Associazione Nazionale fra Mutilati ed Invalidi di Guerra

Sezione di Rapallo

L'Associazione Nazionale fra Mutilati ed Invalidi di Guerra è nata a Milano nel 1917,successivamente si sviluppò in tutta Italia; a Rapallo un primo gruppo di ex combattenti Invalidi della guerra 1915/18 fondò nel 1921 una sottosezione; successivamente aumentando il numero si trasformò in Sezione; animatore fù il Cavaliere Andrea Massoni che assunse la carica di Presidente che mantenne fino alla sua morte nel 1970; gli succedette il Cav.Bernardo Traversaro fino al 1998 ,anno in cui venne eletto alla carica di Presidente Regionale dell'ANMIG, quindi il Cav.Uff.Pietro Figari coadiuvato da sette membri del Consiglio Direttivo e tre Sindaci La Sezione di Rapallo,ha una Sottosezione a S.Margherita Ligure il cui Presidente Cav.Giacomo Martino è deceduto nel Gennaio 2007.
Il Cav.Uff.Pietro Figari ha rassegnato le dimissioni per motivi di salute in sua vece provvisoriamente funziona il Vice Presidente Cav.Michele Patrone coadiuvato dal Presidente Regionale Comm.Bernardo Traversaro
Secondo lo Statuto l'ANMIG tutela gli interessi dei Mutilati,vedove ,orfani di guerra,promuove nel ricordo del dovere compiuto per la Patria,ogni iniziativa per il consolidamento della Pace,al progresso del popolo Italiano,partecipa a tutte le manifestazioni Patriottiche con bandiera e rappresentanza.
Nel periodo di maggiore splendore la Sezione di Rapallo contava 320 soci,residenti nei comuni della propria giurisdizione - Rapallo,Zoagli, S.Margherita Ligure e Portofino; attualmente sono scesi a 100,di cui 60 con pensione diretta e 40 indiretta (vedove), La diminuzione dei soci,anche se rattrista il naturale evento,è la constatazione evidente di una lunga Pace in Italia e formuliamo l'Augurio che mai più gli orrori di una guerra possano coinvolgere il popolo italiano.
Con la naturale diminuzione dei soci in Italia dopo un lungo iter, l'ANMIG ha promosso la FONDAZIONE ANMIG che al Congresso Nazionale di Chianciano nel 2000,il Capo dello Stato ,Carlo Azeglio Ciampi ,tenne a battesimo ,- oggi è una realtà in Italia.,con circa 50.000 aderenti in continuo aumento.
In Liguria con circa 1000 adesioni , è stato indetto il 23 Ottobre 2004 presso l'Aula Magna del Liceo Ginnasio Andrea Doria di Genova,il primo Convegno Ligure degli aderenti alla Fondazione ANMIG con la partecipazione di anziani Mutilati di Guerra e giovani ,l'evento ha voluto simbolaggiare il passaggio del " testimone" alla nuove generazioni.
Il Presidente Nazionale dell'ANMIG e della FONDAZIONE,Senatore Gerardo Agostini ha consegnato simbolicamente le prime tessere in Italia a 5 aderenti alla Fondazione in presenza di - Autorità Civili e Militari , Regione Liguria , rappresentata dal Vice-Presidente Dott.Gianni Plinio. e numerosi soci all'uopo convenuti
Secondo lo Statuto della Fondazione gli iscritti dovranno rappresentare l'amore per la Patria,sotto il simbolo del tricolore dei Padri Fondatori,collaborare con le Istituzioni,contribuire allo sviluppo della coscienza civile e democratica dei cittadini,alla distensione internazionale,alla difesa della Pace ed al rafforzamento dei sentimenti di fratellanza fra i popoli.
Chi sono i possibili aderenti? .: gli eredi in linea diretta dell'Invalido di Guerra fino alla terza generazione; figli, nipoti e pronipoti.

Pertanto tutti coloro che si editentificano in questa posizione possono aderire compilando l'apposita domanda che può essere richiesta in Sezione,oppure scaricata dal sito nazionale sopra indicato

L'adesione è completamente GRATUITA,

Per informazioni :

Rapallo- 0185/54514--Chiavari-0185/309561, Genova 010/581416. Roma .06/6875352.







© 2003-2012 Non Solo Tigullio 01782750994 - Il Tigullio dalla @ alla Zeta - Web Design RWD - Leggi il Disclaimer
Chi naviga su questo sito lo fa a proprio rischio e pericolo